Un savoir-faire d’eccezione da oltre 125 anni.


 

 

GLI ATELIER

Custodi di un savoir-faire d’eccezione, gli atelier della maison Lanvin s’impegnano con passione per garantire un ready to wear di alto livello ad ogni stagione. Nel cuore di parigi, modellisti, drappieri e tecnici danno vita alle idee dello studio di creazione.

Mentre l’ispirazione ha origine nella mente creativa del direttore artistico, l’elaborazione di una collezione avviene in perfetta sinergia tra lo studio e gli atelier.

Dal primo bozzetto fino alla prova finale, le mani d’oro degli atelier perpetuano i valori alla base dell’eccellenza della Maison Lanvin.

I bozzetti

Una volta disegnate e selezionate le silhouette della nuova collezione, il direttore artistico sottopone i bozzetti alle modelliste che hanno il compito di dar vita alle creazioni. Dopo qualche spiegazione riguardante i volumi e le ispirazioni, ha inizio un lavoro di decifrazione che richiede tanta creatività quanta immaginazione.

La tela

Le modelliste ricorrono alla tecnica del “moulage”, scolpendo il tessuto direttamente sul manichino sartoriale. Lavorano e perfezionano la tela con una maestria tecnica degna di un vero artista. Abbozzo del capo finale, la tela è la messa in volume del bozzetto con un tessuto in tinta unita, la cui precisione verrà testata durante le prove.

Le prove

Le tele vengono provate nello studio alla presenza del direttore artistico. Indossate da una modella, sono esaminate nei minimi dettagli al fine di regolare i volumi e la vestibilità del capo. Abbassare una cucitura, riprendere un giromanica o dare più libertà di movimento… Le tele vengono rimaneggiate fino a renderle perfette.

Il cartamodello

Ogni modellista lavora in coppia con una cartamodellista incaricata di trasformare la tela definitiva di ogni modello in un cartamodello su cui sono indicate tutte le caratteristiche del capo. Con l’aiuto di un programma informatico, la cartamodellista ottiene una versione cartacea estremamente precisa del cartamodello che verrà trasmesso al reparto taglio.

La drapperia

Nell’atelier, i drappieri sono responsabili delle stoffe. Lo studio preordina i tessuti, provenienti dalla Francia e dall’Italia, dai fabbricanti più rinomati. Ad ogni modello della collezione corrispondono uno o più tessuti sui quali verrà tagliato il cartamodello.

Il taglio

Sul tavolo di taglio, tutti gli elementi del cartamodello vengono minuziosamente posizionati sul tessuto. Questo passaggio richiede una grande destrezza poiché è necessario prevedere le reazioni della materia al taglio e, nel caso di un tessuto stampato, garantire l’uniformità dei raccordi.

L'assemblaggio

Ultimo passaggio prima della prova finale, l’assemblaggio del modello richiede un grande savoir-faire e una precisione straordinaria. Durante la creazione delle collezioni, vengono assemblati circa 80 modelli in meno di tre settimane da tecnici esperti del settore, prima di essere sfoggiati in passerella sotto le luci dei riflettori.

IL BLU LANVIN

Azzurro, celeste, lavanda, oltremare o indaco: fin dalla creazione della maison il blu è onnipresente nelle collezioni lanvin.

Grande amante dell’arte e assidua collezionista, Jeanne Lanvin fa del colore un’autentica passione, tanto che nel 1923 apre la sua tintoria dedicata alla sperimentazione cromatica. Da allora il blu è uno dei simboli della Maison, ed è tuttora protagonista delle collezioni, degli accessori e dell’universo Lanvin.